La Cattedrale: è il monumento che forse più di ogni altro rappresenta la magnificenza e il miscuglio di stili di Palermo. Il portico d'ingresso e la facciata oggi principale presentano un incrocio di gotico, catalano, arabo, arabo-normanno, barocco, neoclassico, dando vita ad una imponente costruzione, simbolo della città. All'interno è possibile ammirare la cappella dedicata a Santa Rosalia, le Tombe degli Imperatori, il Tesoro e la Cripta.

 

Palazzo Reale o dei Normanni: da sempre sede del potere palermitano, con gli Emiri Arabi prima, con Ruggero II in seguito che fece costruire all'interno la Cappella Palatina, sede ancor oggi dell'Assemblea Regionale Siciliana. Merita particolare menzione la Cappella Palatina, con tessere musive in oro massiccio e mosaici bizantini di pregevolissima fattura.

Catacombe dei Cappuccini: cimitero ipogeico che conserva più di 8 mila corpi mummificati. Impressionante lo stato di conservazione delle mummie stesse e degli abiti dell'epoca. Singolare l'esempio della piccola Rosalia, ancor oggi caso di studio.

Monreale: facilmente raggiungibile in auto o in bus, il Duomo di Monreale è il massimo esempio dell'arte bizantina applicata in una Cattedrale Cristiana. Si stima che siano presenti più di una tonnellata d'oro in tessere musive e decorazioni. Di richiamo internazionale il Cristo Pantocratore che domina l'altare.

Orto Botanico e Villa Giulia: nel "quartiere cinese" della città troviamo l'Orto Botanico, progetto del francese Léon Dufourny, con un prospetto che richiama un tempio egizio. Sede oggi del Dipartimento di Scienze Botaniche dell'Università di Palermo, è uno dei più importanti in Europa per ricchezza e abbondanza di specie proveniente da tutto il mondo. L'adiacente giardino pubblico di Villa Giulia ospita il carro allegorico di Santa Rosalia che ogni anno va in processione per ricordare il miracolo della "Santuzza".

Il Santuario sorse su Monte Pellegrino nel 1625 attorno alla grotta dove secondo la tradizione, la Santa visse da eremita e dove furono ritrovati i suoi resti. La facciata della Chiesa si trova a ridosso della parete rocciosa e si raggiunge attraverso una lunga gradinata. La scultura settecentesca della Santa è collocata in un'edicola sulla sinistra della facciata. Ricca raccolta di ex voto. Il culto di Santa Rosalia risale al Seicento, quando una violenta pestilenza, abbattutasi sulla città in seguito all'arrivo di un vascello dalla Tunisia, venne contenuta in seguito ad una processione che portava le reliquie della Santa.

Mondello è una frazione e località turistica di Palermo, racchiusa da Monte Pellegrino e Monte Gallo. Distaccata dalla città dal Parco della Favorita, è raggiungibile per mezzo dei tanti viali reali alberati o tramite collegamenti secondari.

La zona è rinomata per la spiaggia, che rappresenta uno dei lidi più ambiti della Sicilia, per le sue numerose ville in stile Liberty, note come migliore espressione dell'Art Nouveau in Italia, e per i siti di interesse storico. È sede del World Festival on the Beach.

WEEKLY RENTAL IN PALERMO SPECIAL CONDITIONS